Back to top
case study

Guided DolorClast® Therapy - La soluzione terapeutica efficace per il trattamento della fascite plantare

Nel caso di studio seguente si descrive l’impiego efficace della Guided DolorClast® Therapy (GDT) in un paziente di 62 anni con fascite plantare bilaterale.
Il trattamento è stato eseguito dal fisioterapista Matthieu Cambier, che esercita in Francia, a Bourg-en-Bresse (dipartimento dell’Ain). Egli è specializzato in reumatologia e vanta 22 anni di esperienza; nella sua attività professionale quotidiana, impiega la terapia ad onde d’urto da 11 anni e con il laser ad alta potenza da 7 anni. Il Dottor Cambier ha deciso di combinare il potenziale terapeutico delle DolorClast® Radial Shock Waves e del DolorClast® High Power Laser durante un trattamento di 6 settimane, impiegando la nuova ed esclusiva Guided DolorClast® Therapy. 

Continuate a leggere per saperne di più sul protocollo GDT in 6 fasi e promuovere così il successo della vostra attività!

La GDT per il trattamento della fascite plantare

La Guided DolorClast® Therapy (GDT) è una soluzione terapeutica innovativa, basata su terapie combinate e dedicata ai professionisti che desiderano trattare con successo, in modo rapido e sicuro, il 90% dei loro pazienti affetti da disturbi muscoloscheletrici (DMS).

Scoprite di più sulla GDT

La fascite plantare è una delle principali indicazioni della Guided DolorClast® Therapy. Clicca qui per scoprire di più su questa patologia e sull’impiego della GDT per questo specifico disturbo. 

Esaminiamo più da vicino questo ottimo esempio di utilizzo della Guided DolorClast® Therapy per il trattamento della fascite plantare nella pratica dell’attività professionale quotidiana. 

case study matthieu cambier

 

Guided DolorClast® Therapy - 6 fasi, 1 obiettivo: vivere senza dolore.

Fase 1: Valutare e Coinvolgere

L’esecuzione di un’anamnesi accurata, seguita da una valutazione funzionale completa, attiva e passiva del paziente è fondamentale ai fini del successo terapeutico. In questo caso, Matthieu Cambier ha esaminato un pensionato di 62 anni che lamentava dolore bilaterale ai talloni. Ne soffriva da 4 anni con intensità variabile, da lieve a forte. Pertanto era stato correttamente definito ‘cronico’ e valutato 7 su 10 sulla Scala Visivo Analogica (VAS) di valutazione del dolore. Il paziente spiegò anche che il tallone destro era più doloroso, sebbene il sinistro lo ‘seguisse da vicino’. Il dolore si manifestava generalmente al mattino e peggiorava camminando o restando in piedi. Il paziente aveva utilizzato per due anni solette ortopediche con qualche beneficio. Egli era inoltre sottoposto a un doloroso trattamento per un tumore al colon.

Matthieu Cambier diagnosticò al suo paziente una fascite plantare bilaterale, a seguito dell’anamnesi e dell’esame obiettivo. 

Il fisioterapista decise di utilizzare un trattamento combinato con il DolorClast® High Power Laser e le DolorClast® Radial Shock Waves, dopo aver debitamente informato il paziente sul percorso terapeutico proposto. Tutti i dubbi riguardanti la terapia a onde d’urto furono affrontati in modo approfondito poiché il paziente era un po’ preoccupato, avendo sentito che poteva essere dolorosa.


Fase 2: DolorClast® High Power Laser

Il fisioterapista Matthieu Cambier usa abitualmente un laser ad alta potenza di marca concorrente da 7 anni. Come afferma nel commentare il caso: “Suggerii di utilizzare il laser durante la prima seduta come pretrattamento, prima di applicare le onde d’urto radiali. Tuttavia combinai le due tecniche solo a destra, dove il dolore era maggiore.” Nonostante le preoccupazioni iniziali, il paziente acconsentì a provare il doppio trattamento solo da un lato. Ciò gli permise di confrontare i risultati con e senza DolorClast® High Power Laser prima delle Onde d’Urto. 

Ad ogni seduta il laser ad alta potenza fu applicato per 3 minuti sull’area dolorante: il margine antero-laterale del tallone. Da notare che durante la terapia non fu necessario somministrare analgesici. 

Scaricate il nostro e-book e scoprite il potenziale del DolorClast® High Power Laser!

Fase 3: DolorClast® Radial Shock Waves

Sulla base degli 11 anni di esperienza con la terapia a onde d’urto radiale (RSWT), il fisioterapista concluse che il paziente avrebbe beneficiato al meglio dell’applicazione di onde d’urto radiali. Il trattamento completo richiese 6 sedute settimanali. 

I parametri furono i seguenti:

  • tallone destro: DolorClast® High Power Laser 3 min., 5 min. di pausa,  RSWT® 2500 impulsi sull’area dolorante; frequenza 20 Hz, pressione aria 2.5/3 bar (modalità ‘burst’);
  • tallone sinistro: RSWT® 2500 impulsi sull’area dolorante; frequenza 20 Hz, pressione aria 2.5/3 bar (modalità ‘burst’).

Il paziente affermò di sentirsi meglio quando le onde d’urto venivano applicate sul lato pretrattato con il DolorClast® High Power Laser, confermando il valore dell’approccio combinato della Guided DolorClast® Therapy.

Fase 4: DolorClast® Focused Shock Waves

In questo particolare caso, dopo aver valutato la patologia del paziente, il fisioterapista  decise di usare le onde d’urto radiali (DolorClast® Radial Shock Waves) anziché le onde d’urto focalizzate.

Fase 5: Riabilitare

La personalizzazione del programma è essenziale ai fini del successo terapeutico. Nel caso del paziente di Matthieu Cambier, essa incluse esercizi di stretching del piede (in dorsoflessione) con utilizzo di una fascia elastica e l’auto-massaggio dei piedi (dalla pianta al polpaccio) con una pallina da tennis/golf. Fortunatamente il paziente fu molto attento e gli esercizi di riabilitazione non presentarono difficoltà particolari. Inoltre il fisioterapista applicò kinesiotaping al termine di ogni seduta. Il kinesiotaping può migliorare significativamente l’efficacia del trattamento.

Da notare che qualsiasi programma di riabilitazione è efficace solo se portato avanti con regolarità. Spetta quindi al terapista spiegare l’importanza del lavoro individuale regolare per mantenere gli effetti delle sedute settimanali.

 

Fase 6: Garantire un Follow-up

A inizio seduta viene eseguita una rivalutazione e all’inizio della terza seduta fu notato un miglioramento significativo. Il paziente fu in grado di riprendere le attività quotidiane senza difficoltà alla sesta settimana di trattamento.

L’applicazione del DolorClast® High Power Laser migliorò sensibilmente il comfort del paziente durante le sedute. Con la lunghezza d’onda selezionata appositamente, il DolorClast® High Power Laser produceva un effetto analgesico rapido e potente, senza che fosse così necessario ricorrere agli antidolorifici convenzionali. Pertanto risultò più facile somministrare la potenza necessaria per un trattamento efficace. L’introduzione del protocollo GDT ha indubbiamente migliorato il percorso di guarigione del paziente.

Cosa Ricordare per Promuovere il Successo della Vostra Attività

La fascite plantare è una patologia comune che potreste incontrare quotidianamente nella vostra attività. La Guided DolorClast® Therapy è un’eccellente guida di trattamento che vi consente di migliorare l’esperienza del paziente, promuovendone la guarigione. L’uso combinato di tecnologie avanzate: tre minuti con DolorClast® High Power Laser, cinque minuti di pausa, 2500 impulsi delle DolorClast® Radial Shock Waves insieme a valutazione, coinvolgimento, riabilitazione e follow-up adeguati aiutano i vostri pazienti a rimettersi in piedi!

Related products