Back to top

01: Valutare e coinvolgere

Quando il dolore impedisce la guarigione

Le lesioni muscoloscheletriche sono solitamente descritte dai pazienti come altamente dolorose. In quanto fattore di stress fisico e psicologico, il dolore può esporre i pazienti ad un rischio maggiore di guarigione ritardata. Il trattamento del dolore è certo una mossa fondamentale, ma tenere conto del feedback dei pazienti e guidarli passo dopo passo verso la guarigione è cruciale per il successo della terapia. Questo è il motivo per cui i professionisti devono adottare un approccio alla cura del dolore incentrato sul paziente.

Come coinvolgere al meglio i vostri pazienti durante un appuntamento?

Immagine
assess&engage

Mai dare per scontato che i pazienti sappiano cosa aspettarsi!

  • Fategli conoscere il corso del loro protocollo GDT in dettaglio: dite loro la frequenza della sessione e la sequenza del trattamento.
    Questo li aiuterà a ridurre la loro possibile ansia e a garantire la loro conformità al trattamento. 

Stabilite delle aspettative: hanno un ruolo importante nei risultati!

  • Discutete apertamente e stabilite le aspettative del paziente; che si tratti di tempo di trattamento, di rilascio del dolore, di aumento del raggio di movimento, di cambiamento della qualità della vita, ecc.

Riconoscete i vostri pazienti come attori della loro guarigione

  • Prendetevi il tempo di spiegargli la loro patologia
  • Usando parole semplici, spiegate come funzionano le tecnologie GDT e come li aiuteranno a superare il loro dolore

Determinare la cronicità del dolore del vostro paziente

La valutazione della cronicità del dolore del paziente può aiutarvi a trovare il protocollo di trattamento più appropriato ed è altamente raccomandata dalla Guided DolorClast® Therapy. 

Ecco come potete determinare la cronicità del vostro paziente. 

Immagine
white 2
Immagine
pain chronicity graph

Il vostro paziente prova dolore da meno di un mese?

In questo caso, è nella fase acuta della patologia. GDT consiglia di utilizzare il laser ad alta potenza DolorClast® High Power Laser da solo.

Il vostro paziente prova dolore da 1 a 3 mesi?

In questo caso, si trova nella fase subacuta della patologia. EMS raccomanda una combinazione di terapia laser e terapia ad onde d'urto.

Il vostro paziente prova dolore da più di 3 mesi?

In questo caso, si trova nella fase cronica della patologia e le sue condizioni non possono che peggiorare con il passare dei mesi. EMS raccomanda una combinazione del laser ad alta potenza DolorClast® High Power Laser e delle onde d'urto radiali DolorClast® Radial Shock Waves, insieme ad esercizi di riabilitazione per ottenere risultati a lungo termine.

Albero di decisione del trattamento

EMS ha progettato un albero di decisione del trattamento che vi aiuterà a decidere il protocollo più adatto alla patologia del vostro paziente, garantendo non solo i risultati più ottimali, ma anche una profonda comprensione del protocollo di trattamento che i vostri pazienti riceveranno.

Controllo delle controindicazioni

Prima di trattare il vostro paziente, assicuratevi sempre di chiedere se non ha nessuno dei fattori controindicati.

Use of the DolorClast® High Power Laser is ​contraindicated for:​

  • Treatment of areas affected by neoplasia​
  • Treatment of pregnant women 
  • Treatment over an implanted electrical stimulator (e.g. pacemaker)

Use of the DolorClast® Radial Shock Waves and PiezoClast® ​is contraindicated for :​

  • Treatment over air-filled tissue (lung, gut)
  • Treatment of pre-ruptured tendons
  • Treatment of pregnant women
  • Treatment of patients under the age of 18 (except for the treatment of Osgood-Schlatter disease)
  • Treatment of patients with blood-clotting disorders (including local thrombosis)
  • Treatment of patients treated with oral anticoagulants
  • Treatment of tissue with local tumors or local bacterial and/or viral infections
  • Treatment of patients treated with cortisone (within the 6-week period following the last local cortisone injection).